Corso di creazione di un tamburo sciamanico

Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Corso di creazione di un tamburo sciamanico

20/04/2018 ore 15:00 - 22/04/2018 ore 17:00

LA CREAZIONE DEL TAMBURO SCIAMANICO

 

Cento anni sono passati,
e ancora odo il battere lontano del tamburo dei miei avi.
Odo il loro tamburo attraversare la mia terra.
Il suo battere sento all’unisono con il mio cuore.
Il tamburo batterà
perché il mio cuore batta.
Ed io vivrò mille volte cento anni.

 

Il tamburo sciamanico è un essere vivente che incarna uno spirito già esistente e con il quale noi possiamo fare un incontro, ma su cui non abbiamo potere di dirigere. Il tamburo è di per sé portatore di un respiro e di un messaggio nel nostro cammino e ci invita ad aprirci a ciò che è.
Non si tratta di un mero strumento musicale; il tamburo sciamanico è una sorta di “attivatore” di frequenze nell’ambiente esterno ed interno al nostro corpo che ci connettono con dimensioni differenti da quella che ci accorgiamo di vivere, e ci trasformano.
Il suo ritmico pulsare ci riporta al battito del cuore.

In questo seminario costruiremo un tamburo sciamanico, ma non solo: ogni singola fase del processo di conoscenza e costruzione viene connotata da elementi magici e simbolici che conducono all’accettazione e alla scoperta di significati nuovi agli eventi che ci accadono. Per incontrare lo spirito che ci guiderà nella realizzazione del nostro tamburo sarà necessario aprirsi alla “visione”, al messaggio che, nel momento in cui ci apprestiamo a creare il tamburo, caratterizza la nostra congiunzione con le altre dimensioni dell’essere.

Nel corso di queste giornate la composizione e la costruzione del tamburo andranno di pari passo con attività di ricerca interiore, meditazioni, cerchi di parola, sessioni di co-ascolto, momenti di connessione con noi stessi e con il resto della Creazione, per far sì che il tamburo possa portare nella nostra vita una direzione chiara e una guarigione.

Programma del corso


Il processo della costruzione è articolato e comporta molta dedizione e pazienza. Le singole fasi richiedono tempo e, concedendoci di rallentare, potremo cogliere la vera opportunità di esserci, mettendoci anche a disposizione gli uni degli altri. Infatti, incarneremo due ruoli differenti e complementari: mettersi al servizio dell’altro/accettare l’aiuto altrui; dare/ricevere; donare/affidarsi; se sarà necessario ci saranno due turni di lavoro: uno nel quale si compone il proprio tamburo con l’aiuto dell’altro, uno nel quale ci si mette a servizio per costruire il tamburo dell’altro.
Ogni tamburo sarà unico e diverso da tutti perché porterà con sé la storia che gli ha dato vita. Ogni persona potrà scegliere il proprio intreccio all’interno di un’ampio ventaglio di possibilità.

Dal punto di vista artigianale, le fasi saranno:

  • scelta di pelle di capra già conciata e cerchio pre-costruito
  •  messa a mollo della pelle in acqua
  • unzione del cerchio con olio vegetale
  • taglio manuale della forma circolare e foratura della pelle
  • taglio manuale del laccio di 10-15 metri di lunghezza dal residuo della pelle
  • montaggio della pelle sul cerchio
  •  intreccio di base con il laccio
  • tiraggio della pelle attraverso l’intreccio scelto

 

Queste fasi artigianali saranno opportunamente intervallate e scandite dagli aspetti rituali e meditativi.

Conducono


L’esperienza è facilitata da Igor Niego e Debora T. Stenta, con l’aiuto tecnico di Deni Marchi.
Igor e Debora si sono incontrati nel 2006 e da allora hanno intrecciato le proprie vite in un percorso comune sia personale sia professionale.
Artisti e musicisti, formatori, MusicArTerapeuti nella Globalità dei Linguaggi, viaggiatori, walkouts, ricercatori, accompagnatori di bambini, genitori.

IGOR NIEGO

igor_niego_webIgor si considera un libero esploratore nell’aspetto della musica che, fin dalla preistoria, aiuta l’uomo nel conseguimento della felicità e della consapevolezza.Come musicista ha approfondito soprattutto la musica modale di trasmissione orale dei popoli dell’area mediterranea e balcanica; ha dedicato una particolare attenzione allo studio e all’esecuzione della musica medievale europea.
Suona strumenti a percussione (tamburello, tammorra, darbouka, def, riq…) e a fiato (cornamuse balcaniche e galiziana, zampogna, clarinetto, ney, kaval…).
Nato e cresciuto a Napoli, ha condotto approfondite ricerche sul tamburo “sciamanico” locale, la tammorra, apprendendone tecnica e segreti direttamente dai portatori della tradizione dell’area vesuviana.
Costruttore di tamburi da oltre vent’anni, si è avvicinato al tamburo sciamanico di tradizione nativa  durante il suo percorso di approfondimento spirituale e ricerca interiore dell’ultimo decennio.

DEBORA T. STENTA

debora_stentaDebora al momento si adopera principalmente come custode della nascita e doula. Nel suo percorso c’è un ampio lavoro di ricerca sul corpo, il movimento, il ritmo e la voce, che in questo momento confluiscono nella sua indagine e nella sua pratica sulla ciclicità femminile, la celebrazione di questa ciclicità e i suoi aspetti rituali. Suona strumenti a percussione (tapan, tamburello, darbouka, def, riq…) e affianca Igor nella costruzione dei tamburi.

 

 

Insieme hanno co-creato e conducono con altri tre formatori il percorso di disapprendimento e crescita personale per adulti “Disimparando s’impara”.
Hanno fondato l’organismo “BradoSisma” con cui effettuano ricerca e pratica sul selvatico e il pensiero analogico in ambito pedagogico.
Lavorano da quindici anni nella progettazione e conduzione di laboratori espressivi in scuole di ogni ordine e grado, nonché in enti pubblici e privati.
Hanno dato vita, coordinato e lavorato in alcuni progetti di scuola autogestita e attualmente sono impegnati in un’esperienza di apprendimento spontaneo con i propri figli.
Suonano insieme musiche dei Balcani e del Vicino e Medio Oriente nel Merakljia Ensemble.
Da due anni vivono un progetto di nomadismo che li ha visti ospiti, insieme ai loro figli, di oltre 200 famiglie in Europa e Asia.

 

Deni

Deni è un abile artigiano e con le sue mani sapienti costruisce tamburi sciamanici da anni. È inoltre un esperto massaggiatore e un danzatore appassionato.

 

Costi e Iscrizioni


290 € prezzo promozionale fino al 16/03/2018 (Risparmi €30!)
320 € prezzo di listino, dopo il 16/03/2018

Il valore commerciale di un tamburo sciamanico della qualità che otterremo parte da circa € 200. Esplicitiamo questo dato per facilitare la valutazione del costo dell’esperienza.

Per info sul pernottamento e pasti scrivi a info@vps-sc00753.00gate.com o chiama il 0543-918302

Iscriviti Online

Bambini e Ragazzi


      • Il corso non è adatto ai bambini
      • Si accettano iscrizioni per ragazzi che hanno compiuto 16 anni, ed è previsto uno sconto del 50% per chi è minorenne, previa comunicazione all’organizzatore.
        Scrivere a eventi@macrolibrarsi.it

La quota include


      • Il corso di 3 giorni
      • Pause tisane e caffè
      • Wi-fi
      • Pernottamento in tenda

La quota non include


      • Pernottamento in camera
      • Trasferimenti
      • Quant’altro non espressamente indicato

Cosa Portare


  • un paio di forbici di buona qualità (per tagliare la pelle)
  • una fustellatrice per forare la pelle (facoltativo)
  • pennello largo 2-3cm
  • una bacinella o un secchio
  • coperta
  • cuscino
  • materassino/stuoia per sedersi all’aperto
  • abbigliamento comodo e caldo per stare all’aperto
  • pietre, perle, gemme, cristalli, amuleti, piume, nastri, conchiglie e altri elementi che si desidera incorporare nel tamburo o purificare durante il processo
  • eventuali rami, pezzi di legno, lacci, pezzi di pelle che possono divenire la base per realizzare il battente
  • essenze e/o pietre per purificare la pelle quando sarà a bagno nell’acqua

Cani ed altri animali


Il centro della Fattoria è recintato e scorrazzano liberamente galline, oche, tacchini, gatti, 2 cani maremmani maschi, ecc.
I vostri animali domestici sono benvenuti, è importante però che siano ben ammaestrati e non disturbino la quiete della Fattoria.

Pernottamento


Al centro della Fattoria dell’autosufficienza sorge l’edificio storico Caselle di Paganico, finito di ristrutturare nel 2016 e dedicato a Bio-Agriturismo.
Con il termine BIO intendiamo BIOLOGICO E BIOEDILIZIA, infatti tutto quello che trovi in agriturismo segue i criteri dell’ecologia. L’edificio è stato costruito con materiali naturali (roccia, calce, terra, canapa, legno), gli arredi e il pavimento sono in legno e trattati solo con oli naturali e vernici ecologiche, la biancheria da letto e le coperte sono in cotone e lana certificata bio, i saponi e detersivi sono eco-compatibili e naturalmente tutto ciò che offre la cucina è biologico, a km0 e prevalentemente vegetale & integrale. Per l’alloggio l’agriturismo dispone di 2 camere doppie/matrimoniali/triple, 1 camerata con 6 letti, 1 monolocale (2-3 posti). 

https://autosufficienza.it/agriturismo

Per info sul pernottamento scrivi a info@vps-sc00753.00gate.com o chiama il 0543 918302 

Dettagli

Inizio:
20/04/2018 ore 15:00
Fine:
22/04/2018 ore 17:00
Categorie Evento:
, ,
Tag Evento:
, , , , , , , , , ,

Luogo

Fattoria dell’Autosufficienza
Località Paganico snc
Bagno di Romagna, 47021 Italia
+ Google Maps
Telefono:
3358137979
Sito web:
https://www.autosufficienza.it/

Organizzatore

Fattoria dell’Autosufficienza
Telefono:
3358137979
Email:
info@autosufficienza.it
Sito web:
https://www.autosufficienza.it/