Disobbedire e scegliere di essere sani, nonostante la dittatura sanitaria

Era una giornata di metà novembre, di quelle con la nebbia, il freddo che inizia a farsi sentire e i profumi della montagna in autunno che diventano sempre più intensi. Quella mattina la polizia mi aspettava all’ingresso della scuola elementare di Montepetra.